La Corsica è un posto incantevole per tante ragioni e una di queste è per la bontà della cucina tradizionale. Non tutti sanno che almeno un terzo di tutta l’isola è completamente verde e quasi del tutto disabitata. In queste macchie di natura pascolano gli allevamenti in totale libertà, immersi in aria pura e coltivazioni quasi introvabili nel nostro Paese. Questo rende la cucina tradizionale gustosa e salutare soprattutto rispetto alle produzioni di carni, formaggi e vini di grande pregio. In questo articolo ti guideremo alla scoperta della cucina tradizionale Corsa ma per approfondire meglio l’argomento puoi fare riferimento alle informazioni turistiche da cui abbiamo preso spunto, per cui clicca e scopri i piatti tipici della Corsica e dove mangiarli

Le castagne sono l’alimento tipico di maggiore rilievo

In Corsica c’è una coltivazione su larga scala di castagno, introdotta nel periodo della dominazione genovese. Le castagne vengono cresciute e raccolte con metodi tradizionali ed essiccate su grate in legno e forni in ceramica. Dalla lavorazione delle castagne si ottiene una farina molto pregiata con la quale si ricavano numerose ricette tipiche, come la pulenta di castagne. Quella del Castagno è una coltivazione fondamentale per la Corsica e la farina che se ne ricava è considerato un prodotto ad origine controllata AOP con il nome ufficiale di Farine de Chataigne Corse

La pasta fresca 

Potrà sembrare strano ma in Corsica si mangia una grande quantità di pasta molto simile a quella italiana. Difatti è possibile gustare ottimi ravioli ripieni di un formaggio tipico fermentato famoso anche all’estero: si tratta del brocciu, un formaggio ottenuto dal siero di latte di pecora e di capra privo di lattosio. Si consuma fresco o stagionato ed è anch’esso un prodotto artigianale ad origine controllata AOP. I piatti a base di pasta sono molto diffusi e sono il risultato dell’influenza italiana. Per esempio troverete gli sturzaprezi, ovvero grandi gnocchi a base di brocciu e spinaci che si cuociono in forno. Nei ristoranti tipici si trovano anche frittelle a base di farina di ceci, panelle, lasagne e polente. La più famosa e tradizionale è quella chiamata pulenta catagnina, realizzata ovviamente con farina di castagne.

Le carni

La carne è allevata localmente ed è davvero genuina proprio per via degli allevamenti da terra che pascolano nella macchia. I piatti di carne più diffusi sono l’agnello ed il capretto che si consumano tradizionalmente arrostiti o a spezzatino. La Corsica offre anche ottima e abbondante selvaggina come cinghiale, lepre, tordo, beccaccino e merlo. I salumi sono il vero piatto forte della regione e che offre una varietà deliziosa a base di carni di maiale lavorate con metodi artigianali. La particolarità della lavorazione si unisce all’unicità di sapore che proviene dagli allevamenti a terra, al 100% naturali, e dall’incrocio del maiale con una particolare varietà di cinghiale che viene allevato a base di castagne locali. I salumi tipici più popolari sono il prisuttu, la panzetta, il lonzo, il figatellu ed il capicollu. Come puoi notare hanno nomi molto simili ai salumi nostrani e a questi si affiancano pastizzi di fegato di maiale, di tordo, di lepre, di merlo e di cinghiale. La cucina Corsa offre molto di più come olio d’oliva, vino, birra e liquori. Se avrai la possibilità di visitarla ti consigliamo di approfondire l’aspetto culinario della Corsica, quale patrimonio pregiato e irrinunciabile per comprenderne appieno la cultura. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *