I calcinacci non sono altro che degli scarti provenienti da lavori di ristrutturazione o di costruzione edilizia. Si tratta di materiali misti come cocci, pezzi di intonaco, piastrelle rotte o tagliate, cemento ecc. Questi rifiuti sono da tempo classificati come speciali e in quanto tali devono subire un processo di smaltimento adeguato. Sono materiali di risulta, quindi possono essere trattati e diventare nuovamente riutilizzabili.

Come si possono smaltire i calcinacci? Andiamo a vedere come poterli smaltire al meglio a Roma.

Come smaltire i rifiuti edili?

La normativa per lo smaltimento di rifiuti edili prevede che chi produce i rifiuti debba smaltirli personalmente secondo quanto stabilito dalla legge.

Se ad esempio sto effettuando dei lavori di ristrutturazione per conto mio all’interno della mia abitazione allora dovrò provvedere personalmente a trasportare i rifiuti negli appositi centri di smaltimento presenti normalmente in tutti i Comuni.

Se invece gli stessi lavori edilizi sono in mano ad un’azienda edile saranno questi ultimi a doversi preoccupare personalmente dello smaltimento dei calcinacci o eventualmente ad affidare il compito ad una ditta terza che si occupa esclusivamente di questo.

 

Smaltimento calcinacci da privato

Le procedure per il corretto smaltimento dei calcinacci dipendono ovviamente dalla ​quantità prodotta: se si tratta di quantità esigua di rifiuti il singolo privato può smaltirli liberamente nei centri ecologici di raccolta appositi ubicati in città. Ma quanti sacchetti di calcinacci si possono portare in discarica? Il limite da non superare è di 10 sacchi. In caso di quantità elevate i rifiuti devono invece essere trasportati e consegnati nella più vicina ​discarica​. La soluzione ideale è quella di affidarsi ad ​aziende specializzate iscritte all’albo nazionale dei ​gestori ambientali​. Queste ditte, solitamente, offrono servizi completi comprensivi anche del ​ritiro a domicilio​ dei calcinacci.

Smaltimento calcinacci costo

Quanto costa lo smaltimento dei calcinacci? Generalmente se i calcinacci sono composti da mattoni, resti di ceramica o intonaco, o piastrelle il prezzo si aggirerà sui 25€ al metro cubo. Se invece all’interno dei rifiuti si trovano anche materiali ferrosi allora il costo sale arrivando a circa 35€ .Ovviamente a queste cifre è da aggiungere anche il compenso da dare alla ditta che trasporta il tutto presso una discarica autorizzata di competenza. Lo smaltimento può arrivare anche a delle cifre di 100€ al metro cubo se all’interno dei rifiuti sono presenti materiali molto pericolosi come ad esempio l’amianto.

Smaltimento calcinacci Roma: prezzi

Se sei un privato ed hai una quantità piccola di calcinacci da smaltire come già detto prima puoi rivolgerti alle isole ecologiche. Lo smaltimento calcinacci avviene a Roma con Ama, che è il più grande operatore in Italia nella gestione integrata dei servizi ambientali e che ha un unico socio, il Comune di Roma. Non ci sono costi a patto che non si superi il limite di quantità stabilito e che il cittadino sia in regola con il pagamento della Tari. Se invece affidi lo smaltimento ad una ditta specializzata la spesa si aggira sui circa 20€ a metro cubo più il trasporto di circa 100€ su tutto il territorio romano.