Il monopattino elettrico è uno dei mezzi di trasporto più utilizzati nelle grandi città, soprattutto quelle dove è difficile trovare parcheggio, come Roma. Tuttavia, prima di spostarti è sempre meglio caricare la batteria di un monopattino elettrico, perché lungo la strada potresti dover fare una sosta presso una colonnina di ricarica. La domanda è: come si carica la batteria di uno scooter elettrico? Bene, diamo di seguito alcuni suggerimenti che sicuramente torneranno utili.

In generale, però, è utile seguire alcune accortezze per evitare che la batteria si scarichi rapidamente e alla lunga si bruci prima del tempo. Ad esempio, la guida su strade sconnesse o con ostacoli richiede uno sforzo notevole da parte dello scooter, che ovviamente consumerà più energia della batteria rispetto a quella che si avrebbe su una strada piana o dritta.

Stabilire quanto dura la batteria di uno scooter non è semplice, perché ogni modello ha le sue caratteristiche e particolarità. Per questo motivo è fondamentale leggere sempre con attenzione ciò che è scritto sul libretto di istruzioni, per poter utilizzare al meglio il mezzo senza rischiare di comprometterlo.

La batteria è il componente principale di uno scooter, poiché lo fa funzionare e può determinare la sua durata o i possibili problemi legati al suo utilizzo. Si consiglia di avere almeno due batterie a disposizione.

Non è difficile capire quando ricaricare lo scooter elettrico, sarà il veicolo stesso a dircelo attraverso il display. Tuttavia, è consigliabile non aspettare che la batteria sia completamente scarica, ma iniziare la ricarica quando l’indicatore mostra il 20%.

Ci sono alcune semplici regole da seguire per caricare correttamente lo scooter elettrico e non compromettere la sua longevità. Prima di tutto, è sempre consigliabile ricaricare a freddo. Questo significa che non bisogna mai collegare lo scooter alla presa elettrica subito dopo averlo usato, ma bisogna aspettare almeno 4 ore che si raffreddi.

In caso di monopattino elettrico nuovo ad esempio, quando disimballate il vostro scooter elettrico, noterete che richiede una ricarica prima del primo utilizzo. Non è difficile capire quando ricaricare lo scooter elettrico grazie agli indicatori della batteria incorporati.

Un’altra cosa da evitare è lasciare la batteria scarica per troppo tempo. Anche se sai che non userai lo scooter elettrico Xiaomi per qualche giorno, è sempre meglio lasciare una carica residua del 50%-60% che esaurirsi completamente.

La maggior parte dei produttori raccomandano un 30-50% di carica residua – che, se non viaggiate tutti i giorni e lo caricate al 100%, non lascia molto margine di variazione. Ancora una volta, però, ricaricate ogni volta che ne avete la possibilità – anche se è solo il 5%. A causa di questa alta frequenza, riteniamo che l’esaurimento della batteria di un e-scooter prima della ricarica debba essere evitato a tutti i costi.