Affrontare i problemi apertamente e capire di avere la necessità di ricorrere al supporto esperto di uno psicologo non è mai un passo semplice, ciò ancor di più quando le difficoltà riguardano i tuoi figli, che siano piccoli o già adolescenti.

La vita di tutti i giorni ci mette spesso davanti a sfide importanti che richiedono un impegno particolare, soprattutto quando ciò concerne la vita da genitore che, oggi, è tutt’altro che semplice. La crescita di un bambino prima e di un adolescente poi, fa si che anche i genitori attraversino, con le medesime difficoltà, le tappe della vita del proprio figlio, molto spesso senza riuscire a capire a pieno i suoi pensieri. Nascono così preoccupazioni, conflitti e discussioni che sembrano incrinare uno dei rapporti più profondi e viscerali: quello tra padre o madre che sia, ed il proprio figlio.

Altre volte sono invece gli eventi di vita che coinvolgono direttamente i genitori ad avere un riflesso importante nella vita dei più piccoli, come nel caso della separazione o anche solo di una crisi tra la coppia genitoriale. In questi casi, forse, la situazione risulta ancora più complessa da affrontare, ed al contempo, delicata da trattare. I dubbi sul come comportarsi assalgono tutti noi di continuo ed è proprio per questo che bisogna affidarsi alle cure di chi comprende a fondo il dato comportamentale dell’uomo, riesce ad analizzarlo e a consigliare qual è il modo giusto per agire.

Cosa fare, dunque, quando ci si trova in una situazione di difficoltà?

Innanzitutto, aver capito di necessitare dell’aiuto di un esperto è già un primo passo per affrontare la situazione che, il più delle volte, non sei in grado di analizzare con lucidità e fermezza, essendovi coinvolto in prima persona. Altre volte, invece, sono i comportamenti nostri o quelli dei figli ad essere sbagliati e, quindi, si necessita di un aiuto per capire dove si sta sbagliando, ricorrendo così alla psicologia infantile.

Ma lo psicologo cosa fa?

  • quando sono coinvolti dei bambini, lo psicologo si pone sempre in una posizione di estrema protezione nei confronti sia del bimbo che dell’adolescente, in quanto entrambi potrebbero essere spaventati e subire come un’invasione la presenza di questa nuova figura;
  • lo psicologo è un esperto che riesce a comprendere quali sono i punti di maggiore criticità, attraverso il racconto dei genitori e, nel caso dei bambini piccoli, attraverso il loro modo di esprimersi (con l’aiuto dei test proiettivi);
  • una volta capito il problema, si apre il percorso di terapia che può essere più o meno lungo, a seconda delle esigenze del caso.

Il benessere emotivo e l’equilibrio comportamentale

Il risultato al quale si mira nella terapia dei genitori e dei bambini è innanzitutto quello di una equilibrata educazione dei genitori nel rapportarsi ai propri figli, in momenti particolarmente difficili della vita ma anche nella gestione del rapporto quotidiano con gli stessi.

I tuoi figli sentono il bisogno di essere capiti, di sapere che tu sei lì, sempre presente per ascoltare i loro problemi, esprimere le proprie emozioni, senza temere eventuali conseguenze o reazioni sbagliate.

Affidati ad uno psicologo esperto, come Ilaria Giannoni a Firenze, e cambierai prospettiva,  potrai vedere come la tua vita, ma soprattutto il tuo modo di affrontarla, cambierà in meglio e, di conseguenza, anche il benessere emotivo della tua famiglia subirà importanti e favorevoli cambiamenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *