Prima di parlare di plantari su misura occorre sapere di cosa si parla e quindi  cos’è un plantare? A cosa serve? Perché dovrei acquistarlo? Può essermi  davvero utile nella routine quotidiana?

Il plantare è un presidio medico-sanitario, il cui termine sta ad indicare la  zona su cui agisce, che serve a modificare i rapporti articolari del piede ed  ottenere così un riequilibrio dell’arto, ristabilendo un appoggio fisiologico sia  in fase statica che dinamica.

Migliora la distribuzione del peso corporeo e la salute generale del corpo.

Viene utilizzato per correggere o prevenire:

  • Danni alla postura
  • Patologie delle strutture dalla caviglia alle zone sovrastanti (Ginocchio, anca, gambe, schiena ecc…)

Tra le patologie più comuni per cui ne è consigliato l’utilizzo troviamo: alluce  valgo, piede piatto, tendiniti-tendinosi al tendine d’Achille, spine calcaneari.

La funzione del plantare è quindi quella di alleggerire le sintomatologie e  talvolta prevenirle, ma non cura del tutto la problematica, ne esistono diverse  tipologie: in silicone, correttivi, in lattice o termoformabili.

Inoltre l’utilizzo del plantare è strettamente collegato alla calzatura, in quanto  è impossibile usufruirne senza di essa, ovviamente anche la scelta della  giusta calzatura può aiutare nella gestione delle nostre problematiche e  contribuire al benessere totale del piede, per questo è sempre consigliato  affidarsi ad un professionista che sia in grado di consigliarci sia la scelta del  plantare su misura per noi e sia la tipologia di calzatura da utilizzare.

Il costo del plantare varia a seconda della tipologia di cui necessitiamo. In generale qualsiasi plantare realizzato con qualità ottimale e massima resa  viene realizzato su misura, vengono infatti presi in considerazione vari fattori come: il peso corporeo, stile di vita (sedentario, dinamico), tipo di  calzatura su cui verrà applicato il plantare, tipologia di lavoro, ecc.. Il prezzo può partire da un minimo di 90,00 euro fino a un massimo di 250,00 circa.

Importante è distinguere le diverse tipologie di plantari in commercio. Il plantare presidio medico-sanitario e il plantare sportivo ad esempio agiscono in modo differente.

Nel primo caso vengono applicati dei materiali morbidi nelle zone dolorose  in cui viene scaricato il peso.

Nel secondo caso lo scopo è quello di “ammortizzare” urti nei punti di  impatto con il suolo, migliora le prestazioni e riduce il consumo di energia.

Al giorno d’oggi possiamo trovare questo prodotto in molte strutture, ma è  bene sapere che il plantare medico realizzato su misura da ortopedici specialisti è totalmente diverso da una soletta acquistata in un comune negozio di scarpe o in negozi di  articoli sportivi.

Queste tipologie di prodotti hanno spesso la funzione di donarci immediato sollievo nel corso della giornata, ma non aiuteranno ad alleggerire o  migliorare le condizioni delle nostre patologie.

Spesso l’utilizzo di questi prodotti causa, anzi, l’effetto opposto, peggiorando  così la problematica.

In conclusione, l’utilizzo di plantari su misura sia che servano in presenza di  patologie, sia in ambito sportivo ci aiuteranno a raggiungere effetti positivi su  tutto il sistema scheletrico e articolare, ottimizzando anche le prestazioni  sportive, raggiungimento di un maggior equilibrio corporeo, sollievo dal  dolore, correzione di alcuni difetti dovuti a patologie del piede o posturali.