Coltivare i fiori nel proprio giardino o anche in casa non è di certo cosa semplice, ma non per questo impossibile. Se non hai un pollice verde particolarmente spiccato non arrenderti: prendersi cura delle proprie piante è soprattutto studio, passione e dedizione, l’impegno che dedicherai loro ti ripagherà ampiamente. Quando parliamo di coltivare orchidee, però, la questione si fa spinosa, proprio perché si tratta di un fiore che necessita di una cura particolare e che richiede attenzioni, considerata la sua delicatezza.

Come funziona la coltivazione e la potatura?

Vediamo quindi come funziona la coltivazione e la potatura delle orchidee. Molto spesso l’orchidea viene coltivata in vaso, o comunque questa è l’opzione più comune, anche per esporre la stessa in casa e per poterla spostare, durante la giornata, ed esporla maggiormente alla luce. è possibile utilizzare i classici vasi in terracotta, in tessuto, in plastica ma coltivare le orchidee in un vaso di vetro rappresenta la svolta per consentire alla tua piantina, ed in particolare alle sue radici, di cogliere ogni istante di luce per permetterle di crescere rigogliosa e bellissima.

La prima forma di attenzione che devi sviluppare nei confronti della tua orchidea è l’osservazione delle sue foglie, in quanto le stesse sono lo specchio del suo stato di salute. Infatti, se le stesse appaiono secche non cedere alla tentazione di staccarle! Le foglie secche delle orchidee cadono da sole e non vanno toccate. Se le foglie appaiono ingiallite, invece, potrebbe esserci un problema relativo alla luce eccessiva che la pianta sta assorbendo e, pertanto, andrebbe spostata in una zona della casa in cui il sole batte di meno. Qualora nemmeno in questo modo si riuscisse a risolvere il problema, prova ad irrigare il tuo fiore con dell’acqua piovana o distillata (quella del condizionatore, ad esempio) per farle rifiorire ancora più belle.

Se invece ti stai chiedendo come riprodurre le orchidee, c’è da dire che purtroppo non si tratta di una pratica molto semplice da effettuare, richiedendo questa un ambiente ideale per la moltiplicazione da seme a seme o farle propagare per divisione dalle piante adulte.

Come coltivare le orchidee in acqua (idrocoltura)?

Essenzialmente, per coltivare un’orchidea come la Phalaenopsis in acquacoltura, non si utilizza il terriccio ma materiali come l’argilla che permettono di mantenere le radici umide per permetterne la crescita.

Coltivare le orchidee in acqua richiede alcuni semplici passaggi:

  • munirsi degli attrezzi giusti e piantare l’orchidea in un vaso di plastica a doppio fondo;
  • riporre nel vaso l’argilla e poi l’orchidea, facendo attenzione a non danneggiare le radici, preventivamente pulite;
  • annaffiare la pianta fino a che l’acqua non raggiunga le radici.

Le orchidee Phalaenopsis e le orchidee Cymbidium

Come tutte le piante anche le orchidee si rinvengono in diverse tipologie. L’orchidea Phalaenopsis è una delle specie più famose, proprio perché va coltivata in casa e cresce in modo rigoglioso e esposta a temperature inferiori ai 20 °C. È tipica delle Indie orientali, dell’Indonesia, delle Filippine nonché dell’Australia del continente australiano, si adatta perfettamente ad ambienti e temperature differenti.

Il nome Cymbidium, invece, deriva dal greco kimbe (“barca”) e si riferisce alla particolare forma del labello del fiore a forma di barca. Anche la Cymbidium, come la Phalaenopsis, si adatta facilmente alle diverse temperature e nasce come fiore da casa, bellissimo, fine e da sfoggiare con orgoglio nel proprio salotto o sul proprio davanzale.

Coltivare le orchidee da esterno, invece, richiede ancora maggior cura, proprio perché le orchidee potrebbero risentire troppo degli eventi atmosferici, quindi, sarebbe bene adattare la loro collocazione a seconda della temperatura esterna ed alla luce presente.

Coltiva la tua orchidea con passione, dedizione e massima cura e vedrai che lei ti ricambierà con i suoi fiori pieni di bellezza e splendore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *