Milano, la capitale meneghina, una città ricca di vita e posti da scoprire. Oltre ai grandi classici come il Duomo e la sua Madonnina, il Castello Sforzesco e il Museo del 900, il cui approfondimento lo potete trovare in questo articolo di thebestrent.it, all’interno del capoluogo lombardo sono presenti moltissimi luoghi unici e meno noti.

Queste parole e questi luoghi cercheranno di trasportarvi in una Milano che non avete mai visto e renderanno questa meta sempre più affascinante e irresistibile. Milano potrà sembrare una grande città ma la bicicletta permette di raggiungere tutte le tappe in pochi minuti. Per muovervi all’interno della città attraverso i servizi di bike sharing potete consultare il sito del Comune di Milano o trasformare la vostra classica bici in una bicicletta a pedalata assistita.

  1. Via Lincoln: la Notting Hill di Milano

Nato come villaggio operaio nel 1889, oggi è meta di tutti gli appassionati di fotografia. Sono molti i nomi che le sono stati affidati: quartiere arcobaleno, la Notting Hill italiana, il quartiere giardino o anche la Burano di Milano. Si tratta di una via vicino a Piazza Cinque Giornate lunga circa 150 metri composta da villette color pastello, dal giallo al lilla e dal verde al blu.

  1. Il villaggio degli gnomi

In Via Lepanto potrete invece ammirare delle strane strutture a forma di igloo, le cosiddette “case degli gnomi”. Questi igloo sono stati costruiti nel 1946, subito dopo la fine della Seconda guerra mondiale. L’obiettivo era quello di dare un riparo nel minor tempo possibile agli sfollati della guerra. Nello stesso quartiere erano prima presenti anche le case fungo milanesi, demolite poi negli anni 60.

  1. La leggenda del nome di Milano

Una leggenda narra che il nome della città di Milano derivi da un particolare animale, la scrofa semi lanuta. Milano, da “Mediolanum”, infatti potrebbe essere connesso al mezzo manto, mezza lana dell’animale. Potete trovare il rilievo di questa figura su un arco in Piazza dei Mercanti, a pochi passi dal duomo.

  1. Il castello di carte gigante

Tra le strutture più particolari della città troviamo sicuramente il castello di carte di Palazzo Pozzi. Si trova all’interno di una casa privata (a forma di castello) in zona City Life che funge oggi da galleria d’arte. Quest’istallazione è stata realizzata nel 2013 e prende il nome di “Love Art 4 All”. Consigliamo di andarla a visitare la sera perché si colora di luci al neon che la rendono ancor più suggestiva.

  1. Il piccolo flatiron milanese

In zona Porta Romana, più specificatamente, in Via Piacenza 13 è presente un palazzo costruito in modo particolare in stile liberty. La forma ad angolo acuto, infatti, ricorda molto il flatiron building di New York, costruito nel 1902, che ispirò edifici in tutto il mondo, tra cui quello milanese realizzato nel 1910 da Enrico Provasi.

  1. La casa con le orecchie

Se siete alla ricerca di un posto magico in cui esprimere un desiderio, allora andate in Via Serbelloni 10 a Milano. All’esterno di quest’abitazione, accanto al portone principale, troverete una scultura di un orecchio in bronzo. Questo oggetto veniva utilizzato come citofono per comunicare con l’interno dell’edificio durante gli anni 30. Oggi non viene più utilizzato ed è stato chiuso, ma la leggenda narra che si sussurra un desiderio all’orecchio del palazzo, questo poi si avveri.

 

 

  1. Belvedere gratuito

Ogni domenica è possibile salire in cima ad uno dei palazzi più alti della città: il palazzo della Regione Lombardia. Sarà possibile raggiungere gratuitamente il 39° piano del palazzo dalle 10 alle 18 l’ultimo giorno della settimana. A pochi passi dalla fermata della metropolitana (M2 linea verde) Gioia sarà possibile ammirare l’intera città di Milano.

  1. San Bernardino alle Ossa

Se cercate il perfetto connubio tra macabro e mistico allora questo è il posto perfetto per voi. In via Brolo, non troppo lontano dal Duomo, sorge un santuario costruito quasi completamente di ossa e teschi. Questi provengono proprio dall’ospedale presente al fianco del Santuario: l’ospedale di Santo Stefano Maggiore. Il santuario venne fondato all’inizio del XII secolo e la sua particolarità fece sì che il re del Portogallo ne costruì uno identico vicino a Lisbona.

  1. Presbiterio di San Satiro

In una traversa di Via Torino vi è un piccolo edificio chiamato Basilica di Santa Maria presso San Satiro. All’interno di questa chiesa, costruita nel 1400, vi è un importantissimo capolavoro svolto da Donato Bramante, noto architetto italiano. Se vi recate in fondo alla navata principale, nella sezione dell’abside potrete ammirare un effetto ottico prospettico meraviglioso. Questa misura solo un metro contro i nove previsti nel progetto originario, che non poterono effettuare a causa di alcuni permessi non rilasciati.

  1. Vicolo dei lavandai

A pochi passi dai famosi Navigli milanesi, nell’omonimo Vicolo Privato dei Lavandai, si trova una struttura del 900: si tratta di un lavatoio. La cosa curiosa è che questa struttura fosse proprio dedicata agli uomini, che al contrario di ciò che si è soliti pensare, erano proprio loro a lavare i panni e non le donne.

Dopo aver visitato questi dieci luoghi unici milanesi sicuramente vedrete la città con occhi completamente diversi. Regalare un weekend personalizzato potrebbe essere infatti un’ottima idea-regalo, scopri come personalizzare l’esperienza  del tuo viaggio qui. Se siete invece alla ricerca di nuovi eventi e luoghi unici del capoluogo lombardo date un occhio al sito di Yes Milano.