Sentire parlare di viaggi ormai è diventata una consuetudine perché è molto facile ed economico scegliere un volo e passare un fine settimana in una città europea. Primavera, estate, inverno o autunno, c’è sempre una destinazione da vedere e un tipo di vacanza da fare.

I viaggi, di fatto, sono esperienze da vivere e uno che non deve mancare nella lista delle cose da fare è una vacanza in cui la destinazione rimane segreta fino a poco tempo prima di partire.

Conoscere la città pochi giorni prima di partire ed essere totalmente al buio per quanto riguarda l’alloggio e la destinazione è quello che rende, divertenti, speciali e unici i viaggi a sorpresa.

Di fatto, nel tempo sono aumentate i tipi di vacanze al buio diventando tematiche e legate al periodo stagionale. Quello che non è cambiato, invece, è il fatto che i viaggi a sorpresa più scelti sono quelli in una città europea validi in ogni momento dell’anno.

Chi ancora non li ha provati, deve sapere che è come vivere un’avventura perché si restituisce il piacere dell’esplorazione e della sorpresa. Proprio come quando eravamo bambini.

Adesso, scopriamo come funziona uno di questi viaggi e come è possibile personalizzarli secondo le preferenze personali.

Un viaggio al buio per ognuno di noi

Organizzare un viaggio include il fatto di pianificare voli, hotel e trasferimenti nel momento in cui si arriva a destinazione. Nel caso dei viaggi in cui la città di arrivo rimane segreta fino a 48h prima della partenza è necessario acquistare solo il box viaggio e sarà l’agenzia travel a occuparsi di ogni aspetto.

Dal volo all’hotel, saranno effettuate le prenotazioni per i migliori orari in cui partire e per trovare una struttura in centro e ben collegata con i mezzi pubblici.

In questo modo diventa più semplice spostarsi e visitare le principali attrazioni turistiche.

Non solo, durante la prenotazione è possibile impostare delle preferenze in modo da impostare il viaggio secondo le proprie esigenze.

1. Scartare le città già visitate

La prima domanda che sorge nel momento in cui si prenota una vacanza a sorpresa è il fatto che alcune città siano già state visitate nel corso degli anni.

In questo caso che cosa si può fare? Fortunatamente, durante la prenotazione è possibile scartare le città in cui non si vuole andare. Questo vantaggio permette di escludere alcuni luoghi già visitati in passato.

2. Scegliere il tipo di alloggio

Un altro elemento che influenza un viaggio a sorpresa è il seguente: come sono gli alloggi scelti per la vacanza? Hotel e alberghi sono scelti in base alle recensioni lasciate sui principali portali legati al turismo e le liste delle strutture sono aggiornate periodicamente.

Inoltre, chi sceglie questa formula per la propria vacanza può scegliere anche delle strutture di categoria superiore durante la prenotazione e alloggiare in hotel con minimo da quattro stelle.

Chi ama viaggiare low cost può anche scegliere gli alloggi condivisi e conoscere altri viaggiatori in ostelli e B&B. Questa scelta è perfetta per chi ama l’avventura.

3. Destinazioni dal Nord al Sud Europa

Quali città è possibile visitare in un viaggio a sorpresa? Le potenziali destinazioni sono le principali città europee, come Londra, Parigi, Berlino e Copenhagen.

Oltre alle capitali, ci sono anche decine di altre città minori che vale la pena visitare, come Oporto, Edimburgo, Bordeaux, Cracovia, Glasgow, Valencia, Santander e Monaco di baviera.

4. Colazione e assicurazione di viaggio

Scioperi e cancellazioni? Non c’è motivo di preoccuparsi perché è possibile aggiungere l’assicurazione di viaggio per coprire eventuali imprevisti inattesi.

È sempre più frequente che per una vacanza si scelga di aggiungere un’assicurazione perché un imprevisto improvviso potrebbe far cambiare i piani totalmente.

Infine, l’ultima elemento che rende personalizzabile un viaggio a sorpresa è la possibilità di aggiungere la colazione extra al proprio viaggio. Chi ama mangiare di primo mattino potrà trovare una colazione abbondante negli hotel in cui alloggia e potrà iniziare la giornata con tanta energia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *