Home Notizie Attualità Una SuperLuna sopra le nostre teste. Tra lupi mannari e licantropi

Una SuperLuna sopra le nostre teste. Tra lupi mannari e licantropi

Lunedì 14 novembre sopra le nostre teste si aggirerà una SuperLuna. Una luna da record, più grande e più luminosa.

Una SuperLuna da record, quella che si potrà ammirare nella notte di lunedì 14 novembre. Una luna piena più luminosa e più grande degli ultimi 68 anni. Il fenomeno ormai definito SuperLuna anche negli ambienti astronomici non è un avvenimento raro, solo nel 2016 ben tre volte si è verificato. A generarlo è il fatto che il nostro satellite si muove lungo un’orbita ellittica, non circolare, quindi la sua distanza dalla Terra varia nel tempo. Se vi dimenticate di guardala beh dovrete aspettare fino al 2034 per rivederla di queste dimensioni. Mai così grande e luminosa come quella di lunedì confermano gli esperti che seguiranno il fenomeno con molta attenzione. Luna piena gigante e quindi lupi mannari più grandi? Il nostro approfondimento sulla mitologia di queste creature mostruose tipiche della letteratura dell’orrore..

Secondo la leggenda, il lupo mannaro sarebbe un essere umano condannato da una maledizione (o secondo alcuni lo sono già dalla nascita) a trasformarsi in una bestia feroce ad ogni plenilunio: la forma di cui si racconta più spesso è quella del lupo, ma in determinate culture prevalgono l’orso, il bue (Erchitu) o il gatto selvatico (si veda in seguito). Nella narrativa e nella cinematografia dell’orrore sono stati aggiunti altri elementi che invece mancavano nella tradizione popolare, quali il fatto che lo si possa uccidere solo con un’arma d’argento, oppure che il licantropo trasmetta la propria condizione ad un altro essere umano dopo averlo morso. Alcuni credevano che uccidendo il lupo prima della prima trasformazione la maledizione venisse infranta.

È importante notare inoltre che lupo mannaro e licantropo non sempre sono sinonimi: infatti nelle leggende popolari il lupo mannaro è talvolta semplicemente un grosso lupo con abitudini antropofaghe, a cui può essere associata o no una natura mostruosa. Inoltre, nel caso del lupo mannaro come mutaforma, si può distinguere tra il lupo mannaro, che si trasforma contro la propria volontà, e il licantropo, che si può trasformare ogni volta che lo desidera e senza perdere la ragione (la componente umana).