La sicurezza dei nostri bambini è sempre al centro dell’attenzione. Se poi come negli ultimi anni si sono diffusi i casi di abbandono dei piccoli in auto, per un disturbo temporaneo chiamato amnesia dissociativa, allora sicuramente si puntano i riflettori sui modi per evitare tragedie familiari.

Un genitore che abitualmente porta il bimbo a scuola, durante il tragitto casa lavoro, per un cambio repentino di programma, o per un’interruzione del percorso abituale improvviso, o per qualsiasi altra fonte di stress può andare incontro a questo problema, che il più delle volte può causare un danno irreparabile alla famiglia ma soprattutto al bambino.

Il ministero dei trasporti si è attivato in tal senso mettendo in decreto una legge del 1/10/2019, nella quale regolamenta e impone ad ogni automobile che è deputata a trasportare un bambino in seggiolino( fino a 150 cm di altezza) di dotarsi di seggiolini auto con sensori anti abbandono, cioè di un seggiolino auto che integra un sistema di avviso se ad auto spenta il bimbo è ancora seduto in auto.

Sono in commercio già da qualche tempo dei dispositivi che possono essere integrati anche in seggiolini auto non attrezzati di serie all’avviso, denominati sensori antiabbandono.

Diverse case commercializzano i dispositivi, come chicco, Digicom, Inglesina, Foppapedretti e altri.

Alcune case che producono seggiolini per auto sono state le prime a realizzare seggiolini che avevano dispostivi anti abbandono di serie. Le case che producono già seggiolini attrezzati sono Cybex, già da tempo, e Chicco, che dota in alcuni casi nella serie i-size, Il dispositivo Bebecare integrato.

Altre case come Inglesina e Foppapedretti producono sensori anti abbandono che certificano per i propri seggiolini auto, anche se tutta la lista di dispositivi anti abbandono è stata dichiarata in linea con le norme varate dal MiT con le linee guida che un dispositivo deve avere.

Il Dispositivo antiabbandono non deve in nessun modo modificare le caratteristiche del seggiolino originario, permettere un metodo automatico con avvisatore sonoro o wireless che avvisi che il bambino è ancora seduto quando si interrompe il circuito di accensione dell’auto(auto ferma e spenta) e opzionalmente inviare dei messaggi sms o chiamate d’emergenza a numeri di telefono inseriti in una lista associata ad una app specifica del dispositivo, dove la casa produttrice prevede un sistema di comunicazione tra sensore anti abbandono e smartphone.

Come dicevamo, le case che producono di serie seggiolini antiabbandono, con sensore di sicurezza integrato sono fondamentalmente due, Cybex e Chicco. Da un’indagine fatta on line tra i migliori prodotti completi recensiti dagli utenti viene fuori una lista dei primi 3 seggiolini auto più apprezzati( e attrezzati) dal pubblico per caratteristiche, sicurezza, e funzionalità del dispositivo di avviso anti abbandono. Vediamo Quali Sono.

 

Cybex Sirona S i-Size con Sensor Safe

Il più apprezzato della categoria antiabbandono in questo 2020. Molto comoda la funzione di rotazione a 360 gradi che permette di prendere e posizionare il bambino senza torsioni scomode nell’abitacolo.

 

Seggiolino Auto Chicco Seat Up 012 BebeCare

E’ un seggiolino che permette di trasportare bambini dalla nascita fino al compimento di 6 anni di età, anche lui molto apprezzato dagli utenti. Si tratta di uno dei primi seggiolini, forse il primo, ad essere dotato di sensore antiabbandono integrato.

 

Seggiolino Auto Cybex Aton M i-Size con Sensor Safe

Permette di trasportare il segmento piccoli da 0 a 18 mesi. Con dei riduttori in dotazione, riesce a portare con comfort e protezione anche i piccoli nati prematuri o particolarmente minuti.

E Tu, hai già scelto il seggiolino auto per i tuoi piccoli? E quale sensore anti abbandono?

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *