Home Notizie Attualità Da Coppi a Pantani, presentato il percorso “lento” Da Acqui Terme al...

Da Coppi a Pantani, presentato il percorso “lento” Da Acqui Terme al Santuario di Oropa

Più di 300 chilometri ciclabili, otto tappe con partenza e arrivo in corrispondenza delle linee ferroviarie, tre province, tanti castelli e paesaggi e due miti del ciclismo , Fausto Coppi e Marco Pantani.

Sull’onda del successo della tappa del Giro D’Italia del centenario, è nato in Piemonte un progetto cicloturistico, dal Monferrato al Santuario di Oropa, proposto dall’Atl di Biella e di Alessandria in collaborazione con i Comuni di Biella e Castellania che è stato presentato oggi in Regione.

Le iniziative tuttavia sono numerose e certamente l’edizione numero 100 del Giro d’Italia di quest’anno le ha moltiplicate anche mediaticamente, grazie alle due tappe (Reggio Emilia-Tortona e CastellaniaOropa) che hanno portato tanta gente sui luoghi piemontesi, già di per se stessi luoghi epici del ciclismo. Come per rinverdire il piacere di riscoprire percorsi che davvero hanno fatto la storia di questo sport praticato anche solo per pura passione e per turismo, non solo agonisticamente e in senso stretto.
Fra le ultime interessanti iniziative ecco che spicca un itinerario per chi ama la bicicletta e i suoi campioni, da affrontare non necessariamente a ritmo dei campioni: si tratta del percorso cicloturistico che parte da Acqui Terme per raggiungere il Santuario di Oropa, passando per il Monferrato e per Castellania – paese natale di Fausto e Serse Coppi – ripercorre le strade del Giro d’Italia con un omaggio al Campionissimo e un tributo a Marco Pantani, che nel 1999 compì una delle più grandi imprese della sua carriera proprio sulla salita biellese che raggiunge Oropa.(Regione Piemonte).
Il programma cicloturistico è previsto in otto tappe, dal chilometraggio abbordabile anche per chi è meno allenato, per un totale di 320 chilometri, lungo strade che emozionano non solo per la storia dello sport del pedale ma anche per i paesaggi e per i castelli che sfiora. Proprio la valorizzazione delle dimore storiche piemontesi con i loro giardini, riunite nell’associazione Castelli Aperti del Piemonte, è uno dei fili conduttori dell’itinerario, pensato dai Comuni di Biella e di Castellania con le Aziende turistiche locali di Biella e di Alessandria e con il contributo fondamentale della Regione.

Per saperne di più:
I tracciati e le mappe sono messi a disposizione sul sito www.movimentolento.it (l’indirizzo completo è www.movimentolento.it/it/resource/tour/monferrato-oropa-sulle-strade-di-coppi-giro-italia e sulla app per smartphones e tablet SloWays.