Nella continua evoluzione di moda e tecnologia, sia nella vita lavorativa che non, l’abbigliamento professionale e le divise (come quelle di Beauty Street) muta periodicamente; tra le infinite mutazioni dell’abbigliamento figura sicuramente quello professionale ed in particolar modo nella categoria delle divise da lavoro.

Oggi andremo a capire quali sono le caratteristiche che un capo d’abbigliamento professionale deve possedere ed in particolar modo analizzeremo i punti chiave di una divisa perfetta per le proprie necessità.

L’evoluzione dell’abbigliamento professionale e delle divise

Per ogni creazione dell’essere umano vi è sempre un punto di origine e tanti punti di trasformazione; è il caso anche dell’abbigliamento professionale. Infatti se si da’ uno sguardo alla storia, è ben evidente che già nel Medioevo vi era una certa attenzione nel vestirsi per il lavoro. In questo particolare periodo storico ogni lavoratore, per distinguersi dagli altri lavoratori, indossava capi specifici.

Il primo obbiettivo era quello di proteggersi da eventuali danni accidentali, il secondo verteva su una vera e propria caratterizzazione del lavoro stesso. Come si può immaginare, il lavoro di un fabbro era estremamente diverso da quello della lavandaia, ma in entrambi i casi un determinato modo di vestire era caratteristico di quel mestiere; il fabbro più incentrato sulla protezione dal calore e dalle possibili cadute, la lavandaia dedita maggiormente alla protezione delle mani e dei capelli.

Questa modalità nel corso della storia ha assunto diverse forme, infatti già negli inizi del XX secolo, l’abbigliamento professionale assunse non solo una componente di sicurezza ma un vero e proprio status quo; nel quale si poteva differenziare il capo dai dipendenti. Se si osserva l’ambito professionale oggi giorno, si può da subito notare come le epoche precedenti abbiano influenzato notevolmente il modo di vestirsi a lavoro attualmente, rafforzando ancor di più il concetto con l’idea di rappresentazione.

L’idea di rappresentazione è punto cardine dell’attuale abbigliamento professionale, infatti questo è un vero e proprio biglietto da visita per coloro che osservano. Si immagini un’azienda di grande livello internazionale che ha tanti lavoratori professionali ma che si presentano con un abbigliamento fuori luogo e poco consono; ciò sarebbe un notevole punto a sfavore dell’azienda.

Importantissimo quindi utilizzare un abbigliamento consono per la tipologia di lavoro che si svolge.Quando i materiali fanno la differenza Prima di acquistare dell’abbigliamento professionale o delle divise da lavoro è necessario stabilire che materiale si preferisce.

Si consiglia di utilizzare un materiale che sia funzionale al proprio lavoro; magari è meglio evitare materiali infiammabili se si è a contatto con superfici calde, oppure evitare capi troppo delicati se dovranno essere sottoposti a numerosi lavaggi settimanali. Una volta stabilito il materiale di cui si ha bisogno, vediamo alcune caratteristiche che nel settore professionale sono sempre una garanzia:

  • Indossabilità

Una divisa da lavoro purtroppo è indossata per buona parte della giornata, è bene quindi munirsi di una divisa comoda ed ergonomica; la quale permetta di muoversi in libertà ed essere leggeri ma allo stesso tempo caldi nei periodi invernali.

  • Longevità

Quando si acquista un prodotto per il lavoro è molto importante portare a casa un capo molto longevo e resistente; ciò non solo per un aspetto economico che sulla lunga distanza può diventare significativo, ma anche per restare più tranquilli sull’aspetto sicurezza. Un materiale longevo porta con sé differenti vantaggi, tra cui: miglior capacità di essere lavato, costi inferiori nel tempo e sicurezza.

  • Qualità

È indubbio che un materiale di qualità superiore sia migliore di un materiale dal costo medio-basso. A seconda dei propri bisogni è giusto scegliere il capo di abbigliamento professionale ideale, non per forza un capo costoso, spesso la qualità risiede nelle caratteristiche dei materiali non tanto dal costo in sé.Materiali più utilizzati Come anticipato in precedenza, ogni lavoro ha bisogno di un materiale differente, questo perché ogni lavoro necessita di diverse norme di sicurezza a cui non bisogna e non si deve rinunciare. Ma una volta conosciute le caratteristiche più importanti è anche facile dedurre quali possono essere i materiali più utilizzati nell’ambito lavorativo.

  • Jeans

Se non si ha il dovere di indossare una divisa stabilita dalla propria azienda, il jeans per la parte inferiore del corpo è sempre la soluzione giusta. Infatti questo è resistente, comodo e leggero; perfetto quindi per essere indossato per tante ore di lavoro. Si consiglia di utilizzare jeans non troppo stretti, perché con il passare delle ore cominceranno ad infastidire la zona del bacino.

  • Poliestere

Altro materiale in ascesa nel mondo del lavoro è il poliestere, questo infatti è molto leggero ed elastico; ideale quindi per qualsiasi tipologia di lavoro. Molto interessante anche la capacità di lavaggio, infatti il poliestere può subire diversi lavaggi senza particolari problemi di sorta.Conclusioni L’abbigliamento professionale e le divise da lavoro sono molto importanti per la sicurezza, ma allo stesso tempo possono essere qualcosa di più. Il lavoratore attraverso la propria divisa può rappresentare un’azienda o la propria personalità, personalizzandola con piccoli accorgimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *